QRCode URL

HOME » regolamenti » patto educativo agg. 31 Marzo 2016

Patto Educativo di Corresponsabilità


I.T.T.S "A. VOLTA" PERUGIA
PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA' (Art. 3 D.P.R. 21 novembre 2007, n. 235)

Proposta del Collegio Docenti del __________
Delibera del Consiglio di Istituto del __________

Commissione Regolamento di Istituto
Nel rispetto del Regolamento interno di Istituto, della Carta dei Servizi della Scuola, dello Statuto dello studente e delle studentesse della scuola secondaria e della normativa vigente, viene redatto il seguente PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA'

PREMESSA

La nostra scuola è il luogo di formazione e di educazione mediante lo studio, l'acquisizione delle conoscenze e lo sviluppo della coscienza civile e critica. Rappresenta una comunità di dialogo, di ricerca, di esperienza sociale informata ai valori democratici e costituzionali.
Essa è volta al perseguimento dell'obiettivo primario della crescita della persona in tutte le sue manifestazioni; opera per garantire la formazione della cittadinanza partecipata e la realizzazione del diritto allo studio.
Per il raggiungimento degli obiettivi e delle finalità sopra individuate la Scuola ha bisogno del contributo fattivo e collaborativo degli studenti e delle loro famiglie; pertanto tutti gli attori necessitano di interazione continua e di fiducia reciproca.
Il patto educativo è finalizzato a consacrare in un documento i diritti i doveri e le responsabilità di ciascuno.

LA SCUOLA SI IMPEGNA A:
  • creare un clima sereno e corretto volto a sviluppare il senso di appartenenza, a consentire una crescita equilibrata della persona favorendo l’acquisizione della propria autostima;
  • educare alla legalità, al rispetto degli altri senza pregiudizi ed emarginazioni, alla cultura come valore e ai modelli positivi;
  • realizzare i curricoli disciplinari nazionali e le scelte progettuali, metodologiche elaborate nel Piano dell’offerta Formativa;
  • favorire lo sviluppo delle conoscenze e delle competenze per consentire agli studenti, nel continuo collegamento con le facoltà scientifiche, un percorso universitario di studi;
  • migliorare, in costante raccordo con il mondo del lavoro, le competenze e la versatilità dei giovani;
  • prestare ascolto, con attenzione e riservatezza, ai problemi degli studenti così da ricercare ogni possibile soluzione anche in sinergia con le famiglie;
  • controllare la frequenza alle lezioni per prevenire disagi o problemi, portando all’attenzione delle famiglie gli eventuali comportamenti anomali;
  • comunicare costantemente con le famiglie per informarle in merito ai risultati, alle difficoltà, alla frequenza e ai comportamenti al fine di intervenire congiuntamente;
  • prevenire e controllare, in collaborazione con le famiglie, fenomeni di bullismo, vandalismo, diffusione di sostanze stupefacenti e di ogni altro comportamento antigiuridico e/o antisociale;
  • esporre alle famiglie e agli studenti gli obiettivi didattici, i metodi e i criteri di valutazione;
  • sostenere lo studente in difficoltà attraverso azioni di recupero e/o sostegno;
  • coordinare i carichi di lavoro e programmare le verifiche affinché lo studente sia in grado di affrontare con serenità e proficuamente il lavoro a casa;
  • raccogliere e monitorare il grado di soddisfazione delle famiglie e degli studenti ( qualità) al fine di migliorare il servizio offerto;

    LA FAMIGLIA SI IMPEGNA A:
  • instaurare un dialogo costruttivo con i docenti, rispettando la loro libertà di insegnamento e la loro competenza valutativa;
  • collaborare fattivamente per promuovere la crescita del proprio figlio/a;
  • tenersi aggiornata su impegni, scadenze e iniziative scolastiche, controllando le comunicazioni scuola-famiglia ( circolari cartacee o su web), firmandole, quando richiesto per presa visione;
  • esprimere il proprio parere sulla scuola ed eventuali suggerimenti anche attraverso la compilazione dei questionari di soddisfazione che verranno somministrati durante l’anno;
  • partecipare ai momenti di incontro, confronto con la scuola (consigli di classe, riunioni, colloqui, ecc.) e alle iniziative attinenti alle attività progettuali dell’istituzione;
  • giustificare le assenze e controllare costantemente il libretto personale del proprio figlio/a;
  • controllare costantemente l'impegno, la partecipazione e il comportamento dei figli attraverso l'attenta lettura delle comunicazioni periodiche inviate dalla scuola (pagellini interquadrimestrali, pagelle quadrimestrali, lettere ecc.);
  • rappresentare tempestivamente ai coordinatori di classe e/o al Dirigente Scolastico situazioni che possano comportare particolari forme di assistenza verso i propri figli;
  • conoscere le norme contenute nel regolamento interno della scuola e nel regolamento di disciplina;
  • intervenire responsabilmente rispetto ai danni provocati dal figlio/a a persone o cose della scuola, anche attraverso il risarcimento dei danni nelle forme e nelle modalità previste nel regolamento di disciplina.

    LO STUDENTE SI IMPEGNA A:
  • rispettare la dignità, l'identità personale e la libera manifestazione del pensiero di tutti coloro con i quali si trovi ad interagire all'interno della comunità scolastica;
  • comportarsi, in ogni momento della vita scolastica, in modo adeguato alle circostanze, ai luoghi, alle persone;
  • informarsi e a rispettare le norme che regolano la vita della scuola e del regolamento di disciplina;
  • frequentare regolarmente il corso di studi e ogni altra attività organizzata dalla scuola;
  • impegnarsi fattivamente e responsabilmente nello studio eseguendo e consegnando puntualmente i lavori assegnati;
  • rispettare l'ambiente scolastico ed averne cura in quanto patrimonio della collettività;
  • utilizzare correttamente le strutture interne ed esterne, i macchinari ed ogni altro supporto didattico messo a disposizione dalla scuola;
  • collaborare con i rappresentanti di classe e i docenti per prevenire e/o reprimere tempestivamente fenomeni di bullismo, vandalismo, diffusione di sostanze stupefacenti e di ogni altro comportamento antigiuridico e/o antisociale;
  • esprimere il proprio parere sulla scuola ed eventuali suggerimenti anche attraverso la compilazione dei questionari di soddisfazione che verranno somministrati durante l’anno;


    Sottoscrivono il presente patto educativo:
    il Dirigente Scolastico dell'Istituto "A. Volta" di Perugia in quanto legale rappresentante dell'istituzione scolastica e responsabile gestionale;
    il Genitore in quanto costituzionalmente titolare del diritto/dovere all'educazione e all'istruzione dei propri figli;
    lo Studente in quanto diretto fruitori del servizio scolastico e protagonista del processo di apprendimento;


    Letto, approvato e sottoscritto in Perugia, il giorno_____ del mese di ___________ anno ______


    Il Dirigente Scolastico ________________________       Lo Studente ________________________


    Il Genitore ( o chi ne fa le veci) sig./ra ________________________


  • contatti 22 Ottobre 2017 © Alessandro Volta Perugia 2011